ORARI DI APERTURA

Lo sportello legale dell'Ambasciata dei Diritti e l'osservatorio contro le discriminazioni sono in via Urbino, 18 - Ancona. Per appuntamenti o informazioni potete conotattarci scrivendo a ambasciata@glomeda.org

REPORT ASSEMBLEA DELLA CAMPAGNA SIAMO QUI - SANATORIA SUBITO: MOBILITIAMOCI!

Venerdì 8 maggio si è svolta la terza assemblea nazionale telematica della campagna Siamo qui - Sanatoria Subito che in poco più di un mese ha raccolto più di 500 sottoscrizioni di realtà sociali e migliaia di adesioni individuali.
La discussione ha posto come necessario ed urgente ribadire l’opposizione ad un’ipotesi di regolarizzazione ritenuta parziale, escludente che ritiene il migrante come un soggetto “usa e getta” utile solo come forza lavoro per il settore agricolo e nel lavoro di cura domestica.
Occorre invece riportare un’attenzione generale sui diritti della persona, ovvero il titolo di soggiorno anche slegato dal lavoro, un degno salario, la casa, l'accesso al welfare ed in particolare la garanzia del diritto alla salute, completamente assenti dal dibattito pubblico.
Continua...

Fuori dal Virus, Fuori da Fossile: al via la campagna dei comitati italiani

Parte subito nel segno della mobilitazione la campagna dei comitati italiani “Per il Clima, fuori dal Fossile”: il 13 e 14 maggio saranno infatti organizzate varie iniziative in diverse città della Penisola per contestare le assemblee soci di Enel e Eni, i due dei colossi a partecipazione pubblica che con le loro scelte industriali, basate sul fossile e su false produzioni green, sono tra i maggiori responsabili del riscaldamento globale, oltre che della devastazione e del saccheggio di intere comunità e territori in Italia e nel Mondo.
La decisione è stata presa il 9 maggio nel corso dell’assemblea nazionale che di fatto lancia la Campagna nazionale dei comitati italiani impegnati in favore della transizione energetica e contro tutte quelle opere funzionali alla estrazione, al trasporto, alla trasformazione dei combustibili fossili. Tutte opere che, secondo gli ambientalisti, sono ancora oggi considerate strategiche e di pubblica utilità, quando invece dovrebbero essere stralciate immediatamente visto che costituiscono la principale minaccia per il clima e per l’ambiente.

Continua...

Marche/RdQ - Fase 2, che fare? Assemblea Regionale Online

Mercoledì 13 maggio 2020 ore 21.00 assemblea digitale per le Marche.
Siamo entrati nella fase 2 e a breve arriverà il nuovo "decreto rilancio". Molti sono tornati al lavoro, per altri il lavoro si fa sempre più un'utopia; intanto tamponi e test di massa non se ne vedono. La cassa integrazione in deroga e le 600 euro stentano ad arrivare e i redditi delle famiglie calano drammaticamente.
Continua...

Assemblea nazionale: Siamo qui - Sanatoria subito

Venerdì 8 maggio 2020 ore 19.00
E’ trascorso poco più di un mese da quando come campagna “Siamo qui - Sanatoria subito” abbiamo pubblicato “l’Appello per la sanatoria dei migranti irregolari ai tempi del Covid-19”, con il quale chiedevamo al governo un’immediata regolarizzazione di tutte le persone sprovviste di permesso di soggiorno presenti in Italia, estesa a coloro che titolari di un permesso precario sono a serio rischio irregolarità.
Continua...

IL FUTURO C’E’, RIPRENDIAMOCELO!

L’assemblea si terrà sulla piattaforma Adobe. Dalle ore 17.00 del 9 maggio sarà possibile fare prova microfono e webcam.
Per iscrizioni ed intervenire inviare una mail a perilclimafuoridalfossile@gmail.com entro la sera di venerdì 8 maggio.
Continua...

Web session: Siamo qui e non siamo solo braccia. Sanatoria subito!



Qui l'inizio o sommario. E qui la fine del post. Continua...

Ancona "la legge del mare"


Apprendiamo con piacere la notizia dell'approdo nel porto dorico della nave Costa Magica con a bordo pazienti Covid-19, non perché sia battente bandiera italiana, ma in quanto crediamo che in mare vada rispettata primariamente una legge: quella che obbliga al soccorso.
Continua...

Sanatoria subito! Assemblea Regionale (Marche) telematica

Sabato 18 aprile alle ore 17.00

 

Anche nelle Marche si terrà una assemblea regionale per sostenere la campagna “Sanatoria Subito” sono invitati a partecipare tutti i singoli e le associazioni che intendono dare sostegno e promuovere questa iniziativa.
Come partecipare o seguire l'assemblea via web:
Inviaci già da oggi una mail a: ambasciata@glomeda.org oppure mandaci un un messaggio su Whatsapp al 3282577897
Dalle 16.30 di sabato darà possibile collegarsi per effettuare prove tecniche.
 - Vai all’evento sulla pagina FB
L’assemblea verrà ripresa in diretta video sulla pagina facebook "Siamo qui - Sanatoria subito https://www.facebook.com/ambasciatadeidiritti 
- Leggi l’appello con le adesioni aggiornate
- Per aderire compila il modulo a questo link

 SIAMO QUI - WE ARE HERE - AQUÍ ESTAMOS - NOUS SOMMES ICI SANATORIA SUBITO!

I vari provvedimenti emanati dal governo per fronteggiare la crisi sanitaria da coronavirus hanno del tutto dimenticato di affrontare un tema, al quale invece l’interesse dell’intera collettività - nessuno escluso - impone si dia una risposta urgente.
Si tratta dei seicentomila, o più, migranti presenti in Italia sprovvisti per effetto della legislazione italiana (dalla Bossi-Fini alla legge Salvini) del permesso di soggiorno, che devono vivere spesso in condizioni abitative precarie o insalubri e condivise con altre persone e che non possono accedere al servizio sanitario nazionale, non hanno un medico di base cui rivolgersi in caso di malattia, ma come tutti rischiano di essere contagiati dal coronavirus o di diventare, loro malgrado, veicolo di contagio.
Si tratta di seicentomila persone private dei diritti fondamentali, e adesso in primo luogo di quello alla salute, a causa delle politiche di chiusura delle frontiere praticate dai governi di ogni colore.
Di fronte alla malattia siamo tutti uguali e tutti devono aver eguale diritto alle cure mediche, a poter uscire di casa per acquistare generi di prima necessità senza rischiare di subire un controllo e finire rinchiusi in un C.P.R.
In attesa di un profondo ripensamento delle politiche migratorie, il momento che stiamo attraversando richiede una risposta urgente e generalizzata: una sanatoria subito, che abbia come unico presupposto la presenza in Italia a oggi.
Sottoscriviamo l’appello e partecipiamo alle iniziative di questa campagna!
- Appello completo: https://bit.ly/2WNDteI
- Per aderire compila il modulo: https://forms.gle/w6fQ9KCyiHrNnLDg7

Promotori: Legal Team Italia, Campagna LasciateCIEntrare, Progetto Melting Pot Europa, Medicina Democratica

Continua...

Il nostro reddito di quarantena è pretendere il riconoscimento del 100% dello stipendio

Comunicato stampa dell'assemblea educatori ed educatrici delle marche dell'8 aprile 2020 per il #reddito di quarantena.
----
L'emergenza sanitaria ha reso evidente la strutturale precarietà di educatori ed operatori sociali anche nella nostra regione. La loro condizione lavorativa è infatti il risultato del processo di privatizzazione ed esternalizzazione dei servizi alla persona che ha caratterizzato questo paese negli ultimi venti anni.
Vogliamo innanzitutto sottolineare il valore sociale del nostro lavoro, rivolto ai soggetti più deboli della società, rivendicando, oggi più che mai, diritti e tutele che finora ci sono stati negati. Se i servizi di assistenza alle persone fragili sono essenziali, anche le condizioni di lavoro, in termini di sicurezza e dignità di chi se ne occupa, devono esserlo.
Continua...

Respingimenti: l’Italia ancora sotto indagine per il caso Sharifi

Respingimenti nei porti a adriatici, l’Italia non si è ancora adeguata a quanto stabilito dalla CEDU nella sentenza Sharifi
Nell’ambito della procedura di supervisione della sentenza della Corte EDU Sharifi e a. c. Italia e Grecia e a partire dal lavoro di osservazione e di approfondimento scientifico, ASGI, Ambasciata dei diritti di Ancona, l’Associazione Gruppo Lavoro Rifugiati, SOS Diritti Venezia e No Name Kitchen hanno inviato una comunicazione al fine di sottoporre all’attenzione del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa i profili di sostanziale continuità delle procedure in atti presso i porti adriatici rispetto alle prassi lesive dei diritti sanzionate dalla Corte il 21 ottobre 2014. A seguito di tale segnalazione, Il Comitato ha quindi deciso di proseguire la procedura di supervisione dell’attuazione della sentenza, nonostante la richiesta di chiusura da parte del governo italiano
Continua...